Giornata mondiale della poesia a San Michele Salentino

A San Michele Salentino, per la Giornata Mondiale della Poesia, “Attacco Poetico” ha pensato d’invadere il paese poeticamente. 50 volti di poeti e poetesse con i relativi versi sono stati già affissi in tutti gli spazi pubblicitari del paese, diffusi nelle scuole, nei bar, nei vari luoghi pubblici. 
Nella biblioteca- pinacoteca Dante sembra dialogare con Emily Dickinson e Frida Kalho, Antonia Pozzi tra Neruda e Milo De Angelis per dire del compito sublime della poesia capace di prendere tutto il dolore e di placarlo, creatura selvatica che gioca a nascondino. 
Sotto lo sguardo sornione di Elsa Morante che ci parla delle rose ignoranti che non capiscono i propri misteri. 

Sulle vetrate della piazza centrale Saffo col suo desiderio e Szymborska, il premio Nobel che non sa cos’è la poesia, Ferlinghetti e un nuovo lirismo che salvi il mondo da sé, il bel paese di Petrarca, le parole trite di Saba.
E sui pannelli sotto gli alberi la meraviglia di Maria Luisa Spaziani, i vecchi di Mario Luzi, la gratitudine di Maria Grazia Calandrone, la riserva segreta del bene di Valerio Grutt. 
Di fronte Amelia Rosselli che cerca il ritornello e un po’ più in là la voce della bellezza di Virginia Woolf, Goliarda Sapienza che deve correre ancora e Anne Sexton di mille porte fa.



Nelle scuole l’infinito davanti di Janna Carioli e i desideri di Bruno Tognolini, ciascuno cresce solo se sognato di Danilo Dolci, Hikmet che vuole dare per un giorno il mondo ai bambini, Zagajewki che vorrebbe riavere l’infanzia perché ora saprebbe come essere bambino, il mondo salvato dai bambini di Elsa Morante. E ancora andando in giro per il paese Sibilla Aleramo, Ungaretti, Ada Merlini, Montale, Patrizia Valduga, Patrizia Cavalli, Leopardi, Achmatova, Cvetaeva, Rilke, Valerio Magrelli, Ritsos, Kavafis, Shakespeare, D’Annunzio, Caproni, Guidacci, Gualtieri, Candiani, Gioconda Belli, Pierluigi Cappello, Zuzanna Ginczanka, Osip Mandel’štam, Sylvia Plath, Agi Mishol e infine uno che non pratica la poesia come Tadeusz Kantor, tra i maggiori registi di teatro, che ne avverte il suo sopraggiungere repentino, e rimane privo di forze alle porte della Grande Signora. Un modo, dicono gli organizzatori, per essere felici.

“In qualità di Assessore alla Cultura – dichiara Tiziana Barletta – non posso che esprimere grande compiacimento per l’originale e bellissima iniziativa voluta e realizzata da Attacco Poetico che oggi, in occasione della giornata mondiale della poesia, ha letteralmente vestito il nostro piccolo paese di colori brillanti e decisamente insoliti. Sparse in vari punti del paese si trovano affisse numerose e coloratissime locandine che ritraggono immagini di illustri poeti e i relativi versi che regalano al passante una dolce distrazione, un piacevole sorriso e un momento di straordinaria poesia”.


Condividilo sui social