25 anni fa San Vito diventava città

Il 14 aprile 1994 l’allora Presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, risconosceva il Comune di San Vito dei Normanni il titolo onorifico di Città. Il decreto presidenziale seguiva alla richiesta, inoltrata dal nostro Consiglio Comunale, di affermare l’importanza assunta da San Vito nella storia dell’Alto Salento. I punti di forza di tale istanza vertevano sul patrimonio della nostra comunità che – come ricordato in quell’occasione – annovera le cripte rupestri di San Biagio e San Giovanni, le chiese del centro storico (a partire dalla barocca San Giovanni Battista fino alla Basilica), la torre quadrata e la zona archeologica di Castello d’Alceste. Oltre alle personalità, era ricordata pure la storia sanvitese, dai messapi alla Base USAF, passando per la presenza del Re d’Italia nel 1943.



Sulla base di questi presupposti, il possesso di un simile titolo diventa un impegno sempre attuale: fare della comunità cittadina una realtà vivibile, fondando le nuove sfide socio-culturali sulla tradizione e la cultura di tutta la collettività.

Fonte: L’Arcobaleno


Condividilo sui social