Giovane migrante muore investito sulla provinciale San Vito – Carovigno

Un giovane di 22 anni, cittadino del Gambia ma residente a Carovigno, è morto sul colpo investito da un’auto nella mezzanotte di ieri, domenica 18 ottobre, lungo la provinciale che collega San Vito dei Normanni a Carovigno. Il migrante percorreva la strada in bicicletta. Per quanto accertato dai carabinieri della compagnia di San Vito, intervenuti sul posto, il giovane è stato travolto da una auto guidata da un 19enne nei pressi dello svincolo per la zona industriale, all’incrocio sulla strada statale 16,  direzione Carovigno. Il conducente è risultato negativo ad esami tossicologici e alcolemici. 

Questa è l’ultima di una serie di tragedie che hanno come vittime giovani migranti che, a piedi o in bici, fanno ritorno nelle strutture di accoglienza della zona. Il 14 giugno scorso, infatti, un altro ragazzo originario della Nigeria fu investito sulla provinciale che collega Brindisi a Tuturano. Procedeva a piedi lungo la corsia direzione Brindisi. L’impatto non gli lasciò scampo, morì sul colpo. Altro incidente a Carovigno il 29 settembre 2019 dove un 21enne originario del Senegal che tornava nel centro di accoglienza del Carbrun in bici fu investito da un automobilista positivo all’alcoltest. Per fortuna il ragazzo riportò solo lievi ferite.



Dopo il tramonto, del resto, gli automobilisti che percorrono le strade provinciali solitamente solcate anche dai braccianti devono prestare estrema attenzione, poiché è concreto il rischio di non non accorgersi della presenza di un ciclista o di un pedone sul margine della carreggiata. Per questo sarebbe opportuno fornire dei giubbini catarinfrangenti ai migranti che risiedono in abitazioni e strutture di accoglienza di campagna. Ne va della loro vita.


Condividilo sui social