Aveva allestito una piantagione illegale di canapa, disposta la custodia cautelare ai domiciliari.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno eseguito un’ordinanza di custodia emessa dalla sezione del G.I.P. del Tribunale di Brindisi nei confronti di un 38enne di Latiano. L’uomo, lo scorso 20 giugno era stato denunciato in stato di libertà per coltivazione illegale di sostanza stupefacente. In particolare, al termine di un servizio di perlustrazione, in contrada Coltura, agro tra i territori di Latiano, San Vito dei Normanni e Mesagne, il personale operante ha individuato e posto sotto sequestro una piantagione illegale di canapa, allestita nel terreno di proprietà del 38enne, in cui sono state censite 777 esemplari di canapa indiana di altezza compresa fra 10 e 100 cm.. La coltivazione, perfettamente recintata e chiusa dall’esterno, era garantita da un articolato sistema di irrigazione costituito da tubi, rubinetti e gocciolatoi per ogni singola pianta, perfettamente funzionanti.



La perquisizione estesa a un trullo ubicato nelle pertinenze ha consentito altresì di rinvenire 204 bicchieri in plastica, all’interno dei quali era stata seminata cannabis, come rilevato dalla presenza di alcune talee già germogliate, due scatole in plastica contenenti semi di canapa in un panno imbevuto d’acqua e un sacco di concime. La coltura indoor in piena funzione, era garantita da un impianto di riscaldamento con timer, costituito da lampade alogene dotate di porta lampada in alluminio, pannelli termo riflettenti in alluminio e da un sistema di ventilazione, costituito da ventilatori elettrici ed un condotto con filtro di areazione. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso l’abitazione di residenza in regime di arresti domiciliari.


Condividilo sui social