mercoledì, Giugno 19, 2024
Dalla Provincia

Le nuove nomine pastorali del Vescovo Mons. Caliandro

Con un comunicato stampa di poche ore fa il cancelliere arcivescovile di Brindisi-Ostuni ha reso note le nuove nomine pastorali dell’arcivescovo Mons. Domenico Caliandro.
Per quanto riguarda i sacerdoti sanvitesi la prima comunicazione riguarda proprio don Fabio Ciollaro. L’Arcivescovo “In seguito a ciò che è accaduto, considerando le proprie condizioni di salute, l’avanzare dell’età e l’estensione della diocesi” – si legge nella nota – “ha chiesto al Vicario generale, mons. Fabio Ciollaro, di aiutarlo maggiormente e di dedicarsi a tempo pieno al servizio diocesano”. Rimarrà, quindi, oltre che Vicario, arciprete del capitolo cattedrale ma l’“Unità pastorale del centro storico” che gli era stata affidata lo scorso anno in qualità di parroco, viene affidata a don Cosimo Roma, che diviene amministratore parrocchiale. 

Il sanvitese don Angelo Amico, invece, attualmente operante come vicario parrocchiale presso la Chiesa Madre di Mesagne, diviene amministratore parrocchiale di S. Marco in Locorotondo, dove subentra a don Antonio Randino.
Un’altra novità che ci riguarda da vicino è la nomina del mesagnese don Andrea Mingolla ad amministratore parrocchiale della comunità di San Giuseppe Lavoratore in San Pancrazio Salentino. Don Andrea può, in effetti, definirsi “sanvitese d’azione”, avendo svolto per nove anni l’incarico di vicario parrocchiale della nostra Chiesa Madre inserendosi completamente nella vita sociale della nostra cittadina, che ora sarà chiamato a lasciare. Oltre a svolgere il nuovo incarico parrocchiale, don Andrea, poi, affiancherà don Giuseppe Pendinelli nell’esercizio di direttore dell’Ufficio Diocesano per la pastorale della famiglia. 
Per quanto riguarda le condizioni di salute dell’Arcivescovo, dovute alla tragica caduta da cavallo nel corso della scorsa processione del Corpus Domini, che gli ha procurato la frattura delle costole, vi è da dire che le stesse migliorano.
Dopo l’uscita dall’ospedale, sabato scorso, gli è stato prescritto un lungo periodo di riposo assoluto a letto e mobilizzazione con busto.

 


Condividilo sui social