domenica, Luglio 21, 2024
Dalla Provincia

“Fratelli d’Italia San Vito dei Normanni: Appello per una Politica Sanitaria Responsabile”

Si è svolto il 5 settembre a Francavilla Fontana un consiglio comunale monotematico sulla situazione dell’ospedale Camberlingo e sulla sanità locale in generale.
All’assise comunale , nonostante la stessa fosse stata convocata con notevole anticipo, erano presenti solo il direttore generale De Nuccio, il direttore sanitario Gigantelli e la direttrice sanitaria Carulli. Assenti invece il presidente Emiliano ( evidentemente impegnato a conferire cittadinanze onorarie a personaggi famosi d’oltreoceano) e l’assessore alla sanità Palese, seppure quest’ultimo avesse posto come condizione della sua presenza la nomina della direzione ASL di Brindisi, che c’è stata.



Dal dibattito è emersa la totale assenza di una politica sanitaria in grado di affrontare le emergenze del territorio e tanto anche in relazione alla capacità di bilancio della Regione che registra un “buco” di circa 250 milioni di euro, cifra destinata a salire e che evidenzia delle precise responsabilità politiche!
È stato inoltre esposto un programma di riordino ospedaliero che penalizza, anche in termini di impiego di risorse, la provincia di Brindisi, da troppo tempo ormai considerata il fanalino di coda della sanità pugliese.
Ed infatti, da anni, a causa delle politiche sanitarie del governatore Emiliano si assiste ad un costante e continuo smantellamento dei presidi ospedalieri, a scapito dei cittadini, del personale medico, paramedico e infermieristico.
La Puglia è ultima per spesa farmaceutica, con liste di attesa infinite e strutture ospedaliere in fase di chiusura; i pugliesi per curarsi sono costretti a recarsi fuori regione o, nella peggiore delle ipotesi, a rinunciare del tutto alle cure mediche.
Pertanto , FDI di san vito dei Normanni, consapevole anche dell’impegno del consigliere regionale Luigi Caroli , chiede un cambio di rotta serio e concreto, affinché la provincia di Brindisi esca da questo stato di soggezione ed inefficienza nel quale Emiliano l’ha gettata.

Il direttivo cittadino “Fratelli d’Italia San Vito dei Normanni”


Condividilo sui social